Il lato pazzo dello sport

Lo sport è divertimento puro. Ma a volte è davvero imprevedibile. Ecco alcune storie assurde che abbiamo collezionato per voi tra gli sport più conosciuti e praticati. Non come il fowling, che invece è il misterioso gioco che unisce due grandi passioni americane!

Si distrae per bere e subisce gol

Una cosa è certa. Mark Flekken non è una di quelle scommesse del calcio, uno di quei talenti che tutte le squadre vorrebbero. Anzi. Il motivo è molto semplice, ma anche comico e rocambolesco. Flekken è il portiere del Duisburg, serie B tedesca, che nella partita contro l’Ingolstadt – febbraio 2018 – si è reso protagonista di un episodio clamoroso. E’il 18°minuto del primo tempo e la sua squadra è in vantaggio 1-0. E’calmo e rilassato, anche troppo. Infatti decide di prendersi una pausa. Raccoglie la sua borraccia e inizia a dissetarsi, tra la linea di porta e la rete. All’interno della porta, per intenderci. Si disinteressa completamente del gioco. Intanto la squadra avversaria imbastisce un contropiede fulmineo: Stefan Kutschke, attaccante avversario, si presenta davanti alla sua porta e segna mentre Flekken è ancora intento a bere e non si accorge di nulla. Resta impietrito, bloccato sulle gambe. I compagni lo fissano esterrefatti. Mai visto nel professionismo!

Quella volta che Micheal Phelps ha gareggiato con lo squalo

Gli uomini e gli animali, specie quando non sono finti, possono competere in qualche sport? Ma soprattutto, possono sfidarsi nello stesso momento? Sembrerebbe di sì, tant’è che il pluripremiato campione olimpico Micheal Phelps, medaglia d’oro per 23 volte alle Olimpiadi in grado di nuotare fino a 9,6 km/h, aveva esplicitamente deciso di gareggiare contro uno squalo per capire chi dei due fosse più veloce. Tutti i fan del nuotatore erano in fermento, eccitati e curiosissimi. E alla fine la sfida c’è stata. Sì, a luglio del 2017. Micheal Phelps ha corso contro uno squalo a Baltimora, in occasione della trasmissione Great Gold vs. Great White e ha perso. Per due secondi. Ha vinto la natura. Piccola, stramba precisazione però. Lo squalo era solo una ricostruzione a computer. Ecco cosa è successo, in questo video.

Lui gioca (e segna), lei partorisce

Torniamo per un attimo sui campi di calcio, stavolta inglesi. Siamo a Wigan e il protagonista di questa storia stramba è Ryan Colclough. Siamo a novembre dello scorso anno e il Wigan Athletic è impegnato nella gara con il Doncaster in Football League Championship. Una gara come tutte le altre? Per niente, o almeno non lo è per il nostro beniamino che scende in campo come se fosse una giornata come le altre. E’ in forma, non come lui. Gioca, mette a segno anche due gol e poi scappa. Colclough riceve un cenno del padre sugli spalti che gli comunica la notizia. Sua moglie in ospedale sta per partorire. Così, dopo 60 minuti e due gol sul tabellino, si precipita per il tunnel e in kit completo si fionda in clinica. Auguri Ryan!

kickboxing

La strana storia di Anthony Davis e del suo monociglio

Anthony Davis è un giocatore di pallacanestro della NBA. Gioca nei New Orleans Pelicans e ha una particolarità degna di nota. E’ probabilmente l’unico giocatore al mondo che, in questa epoca abbastanza stereotipata e legata alla bellezza, se ne frega e mostra con orgoglio il suo “difetto” qualcosa che altri atleti preferirebbero poco, ne siamo sicuri. E’ il suo prezioso monociglio. Forse si tratta di quello più famoso dopo Frida Khalo. Insomma stranezze fisiche. Ma c’è di più. Anthony Davis ha usato Twitter per prendere una decisione. Il 28 marzo 2018 ha chiesto ai suoi fan, 630.000 tifosi da socialnetwork, se avesse dovuto tagliare il monociglio. Indovinate chi ha vinto? Il “sì” con un sofferto 51%. Con un video in diretta ha immortalato il momento in cui il rasoio ha fatto il suo dovere. Ben fatto Anthony!

Loading...

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

4 incredibili storie sportive degli ultimi 12 mesi