Il nuovo anno ha avuto un inizio difficile per i proprietari di auto nere nella capitale del Turkmenistan, con racconti di automobili nere sequestrate senza preavviso né spiegazione che circolano già inizio gennaio. La polizia avrebbe iniziato a restituire i veicoli ai proprietari diversi giorni dopo, ma solo se questi avessero firmato un documento che li obbliga a ridipingere le auto di bianco o comunque di un altro colore chiaro.

A partire dal gennaio 2018, le auto nere sarebbero state rese illegali nella città di Ashgabat, in Turkmenistan. Secondo diverse fonti, la polizia avrebbe iniziato a sequestrare le auto nere dal 1 ° gennaio, senza nemmeno preoccuparsi di avvisare i proprietari. La maggior parte di loro ha saputo solo dai parcheggiatori o dai vicini che i loro veicoli erano stati portati via dalla polizia. In mancanza di una spiegazione ufficiale del governo per il sequestro di massa delle auto nere, alcuni proprietari di auto hanno contattato la polizia e gli è stato detto che potevano recuperare i loro veicoli solo se avessero firmato un documento che li obbliga a ridipingere le auto bianche o di un colore chiaro.

Per quanto la notizia sembra assolutamente folle, va detto che la cosa non è così strana per il Turkmenistan. Il paese centro-asiatico ha vietato l’importazione di auto nere già nel 2015, e i funzionari all’epoca non potevano offrire alcuna spiegazione per il divieto se non che “il bianco porta fortuna”. Nel novembre del 2017, ai funzionari governativi è stato ordinato di guidare solo auto bianche, quindi a ben vedere questo divieto più recente sulle auto nere ad Ashgabat non sembra poi tanto sorprendente.

La ragione per cui il nero è visto male, mentre il bianco è così venerato in Turkmenistan sarebbe che il bianco è stato a lungo una caratteristica distintiva nel culto della personalità costruito dal presidente Gurbanguly Berdymukhammedov. L’ex dentista ha avvolto la capitale in marmo bianco, cavalca stalloni bianchi e fa apparizioni vestito di bianco in mezzo a tappeti bianchi e composizioni floreali bianche. “Non c’è posto per il nero in un’utopia bianca, quindi i proprietari di auto nere devono adattarsi”, dicono i commentatori.

Sfortunatamente, l’impatto della nuova regola ha colpito molto duramente molti proprietari di auto nere ad Ashgabat. Avere una macchina ridipinta nel colore preferito del paese era già molto costoso (ridipingere l’auto può costare quanto lo stipendio annuo, per molti), ma dopo la notizia del divieto del nero, i prezzi per il lavoro sono aumentati ancora di più.

Loading...

Inserisci un commento

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Il presidente del Turkmenistan avrebbe vietato le auto nere, perché preferisce quelle bianche