Una ricercatrice di Melbourne ha condotto una sperimentazione piuttosto insolita. Tullia Jack infatti ha reclutato 30 volontari che dovranno indossare lo stesso pario di jeans per tre mesi, almeno 5 giorni su 7.

Lo scopo dell’esperimento è quello di dimostrare che nella nostra cultura c’è una cultura di “eccesso del pulito”, che comporta dei rischi a causa dell’inquinamento e del consumo di risorse idriche ed energetiche causato dal lavaggio e dall’asciugatura.

image_thumb[6]_thumb

Non lavare i propri jeans non è per niente male come suona”, ha raccontato in un’intervista la Jack, che ha spiegato: “non serve lavare i vestiti così spesso come molti credono. Le macchie vanno e vengono, si ‘sciolgono’ anche senza lavaggio”.

I jeans, nonostante l’intenso utilizzo, non avrebbero un odore fastidioso. “Sanno di persona”, spiega sempre la Jack. Infatti quasi nessuno dei partecipanti all’esperimento non avrebbero avuto problemi a portarlo a termine.

I jeans usati sono stati esposti alla National Gallery di Victoria, in modo che i visitatori si rendano conto del fatto che i jeans usati per tre mesi non sono così sporchi come ci si potrebbe aspettare, nella speranza che questo aiuti a sensibilizzare ad un utilizzo più consapevole dei lavaggi, per risparmiare di risorse idriche ed energetiche.

[fonte]Tullia Jack Website[/fonte]

Loading...

3 commenti

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Di cosa odorano dei jeans indossati per 3 mesi?