Zhong Congrong, un uomo d’affari di successo di Chongqing, in Cina, è diventato noto come “il miliardario spazzino”, per la sua abitudine da tempo di perlustrare le strade della sua città armato di un artiglio che raccoglie spazzatura e raccoglie qualsiasi immondizia che trova.

L’imprenditore 52enne ha iniziato a pulire le strade di Chingqing tre anni fa, dopo un viaggio in famiglia nella provincia di Hainan, nel sud della Cina, per il capodanno cinese. Lì, ha incontrato una professoressa universitaria in pensione che, stando al racconto, raccoglieva i rifiuti da una delle spiagge locali ogni giorno, negli ultimi quattro anni. L’imprenditore è rimasto così impressionato dalla dedizione e dall’impegno della donna nel raccogliere rifiuti che decise di replicare la sua abitudine quotidiana nella sua città natale, non appena fosse tornato dalle vacanze.

All’inizio, l’idea di raccogliere rifiuti di Congrong ha attirato molta attenzione negativa sia dalla gente del posto che dai media. La gente non riusciva a capire perché un milionario che possiede proprietà immobiliari, concessionari di automobili e diverse fabbriche si abbassasse a raccogliere la spazzatura a mano, e lo accusavano di essere solo in cerca di pubblicità. Ma Zhong non ha lasciato che la negatività lo distraesse.

Persino la sua famiglia era confusa dal comportamento di Zhong. Sua moglie e i suoi figli erano imbarazzati dalla copertura mediatica negativa della sua “eccentrica abitudine” e si rifiutavano di essere visti con lui in pubblico. Ma con il passare del tempo, l’atteggiamento della gente è cambiato. Hanno notato che il loro quartiere si stava facendo più pulito grazie agli sforzi di Zhong e hanno iniziato a lodarlo e sostenerlo. Sua moglie ora è un’attivista contro la spazzatura e rimprovera tutti quelli che vede gettare rifiuti per la strada.

Che gettiamo via o che raccogliamo la spazzatura non è correlato al nostro grado accademico, alla nostra cultura, all’età o allo status socio-economico”, ha detto Zhong Congrong a Sixth Tone nel dicembre 2017.

Il milionario ha fatto del suo meglio per ispirare anche gli altri. Indossa una t-shirt arancione che attira l’attenzione con slogan contro la sporcizia ogni volta che va nelle sue “missioni” di caccia ai rifiuti, e multa tutti i suoi lavoratori 10 yuan se sporcano il posto di lavoro. Tuttavia, l’imprenditore sa che le sue azioni non sono una soluzione ed è pienamente consapevole del fatto che sono necessarie misure più ampie per un vero cambiamento.

La Cina ha bisogno di regolamenti più severi per scoraggiare gli inquinatori”, ha detto Zhong. “Basarsi sull’autodisciplina non sarà abbastanza. I cinesi hanno paura di ‘perdere la faccia’. A loro importa meno di quanto siano multati e più della vergogna che ne deriva”.

 

Loading...

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Milionario cinese trascorre il tempo libero raccogliendo la spazzatura dalle strade della sua città