A volte, quando si mangia qualcosa di decisamente bouono, viene da r dire “Potrei mangiare solo questo per tutta la vita!” Ma ci sono persone che si trovano a dover mangiare sempre la stessa cosa, e non per scelta. È questo il caso di Micah Gabriel Masson Lopez – un bimbo di due anni di Montreal, in Canada, che vive solo di pesche. Micah soffre di una grave forma di una malattia chiamata sindrome da enterocolite indotta da proteine alimentari (FPIES – food-protein induced enterocolitis syndrome), che gli causa una grave allergia praticamente a qualsiasi cibo diverso dalle pesche.

Il piccolo Micah non ha praticamente mai avuto una giornata senza dolore. Oltre alla FPIES, lo sfortunato bambino soffre di un’immunodeficienza chiamata sindrome di DiGeorge e una rara condizione genetica nota come micro-duplicazione 15Q13.3. Ogni mese, i suoi genitori devono portarlo da nove specialisti diversi, e le spese mediche stanno facendo un pesante fardello. Non solo per le medicine: anche trovare le pesche può non essere facile, fuori stagione, in Quebec. Anche perché Micah può mangiare solo pesche fresche biologiche, perché altrimenti potrebbero contenere tracce di additivi o pesticidi.

I suoi genitori sono così disperati che hanno lanciato una campagna di crowdfunding per raccogliere fondi che li aiutino con tutte le spese.

Con altri due ragazzi a cui badare, i genitori di Micah stanno attraversando un periodo difficile, come si può immaginare. E se i costi sono un peso, papà e mamma vogliono soprattutto garantire che il loro bambino sia felice e libero dal dolore.

La mamma Caroline ricorda il terrore della prima volta che ha visto il suo bambino in shock. “Il primo cibo solido che abbiamo provato è stato la banana. Ha continuato a vomitare quattro ore dopo, sei volte di seguito e poi è svenuto , pallido e quasi blu”, dice la donna. “La prima volta che l’ho visto in shock da una reazione, non sapevo nemmeno come aiutarlo. Ho chiamato il 911 e loro non sapevano cosa fosse ilFPIES. Quindi, abbiamo appena tenuto il nostro bambino e pianto con lui per tutta la notte”.

Nonostante le difficoltà, Micah è però un bambino adorabile: “È un bambino straordinario con una personalità così amorevole e ama tutto e tutti. Non ha avuto un facile inizio di vita”.

Purtroppo, non esiste una cura per FPIES, ma ci può essere speranza per Michea. Come spiega sua madre, la maggior parte dei bambini che soffrono di questa condizione sembra superarla a circa quattro anni. Per Micah, però, uno scenario del genere sembra improbabile: mentre la maggior parte dei bambini piccoli sono allergici a 2 o 3 alimenti, lui ha 27 alimenti che fanno scattare reazioni di shock e altri problemi gastrointestinali. Tuttavia, i suoi genitori non hanno perso la speranza.

Loading...

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Bambino può mangiare solamente pesche (e a tutto il resto è allergico)