Salute

Quanta corrente elettrica può sopportare il pene?

no il problema non è se si viene colpiti lì da un fulmine

Un curioso studio ha analizzato la quantità di corrente che può sopportare il pene. Per quanto il tema possa apparire decisamente bizzarro, però, la ricerca non è frutto di qualche scienziato pervertito, ma in realtà si tratta di un tema importante dal punto di vista medico, che prima di questa ricerca non era mai stato approfondito.


Sembra infatti che l’elettrochirurgia al pene non sia rara, ma non erano mai state analizzate le caratteristiche elettriche delle varie parti del pene. La questione non è banale, perché l’uso di correnti troppo  elevate potrebbe essere nocivo e causare danni come effetto collaterale dell’operazione. Ecco dunque l’interesse verso quanta corrente elettrica possa sopportare l’organo.

no il problema non è se si viene colpiti lì da un fulmine

Dalla ricerca è merso che in effetti il pene ha un comportamento diverso rispetto alle altre parti del corpo e quindi effettivamente potrebbero verificarsi effetti collaterali dalle operazioni di elettrochirurgia, sia per gli effetti termici dell’operazione che direttamente come conseguenza del campo elettrico.

Per i più curiosi, la resistività elettrica (rho) dell’asta del pene è risultata 127.14 Ohm· cm a 500 kHz. La densità di corrente elettrica (J) dell’asta pene è 71.06 mA / cm2, dei nervi 60.23 mA / cm2, e de i vasi sanguigni 67.93 mA /cm2.

Loading...