Animali

Polizia ispeziona il sedere di 10.000 piccioni in cerca di esplosivi

una coppia di piccioni

In occasione della festa nazionale cinese, il primo ottobre scorso, la polizia ha avuto un incarico decisamente insolito: ispezionare il sedere di 10.000 piccioni, che avrebbero dovuto essere liberati in piazza Tienanmen in occasione delle cerimonie.


Lo strano compito è stato fonte di ironia , anche perché alcuni giornali hanno proposto titoli come “10.000 piccioni sottoposti a controllo anale in cerca di oggetti sospetti”, certamente corretto nei fatti ma che inevitabilmente fa alzare un sopracciglio.

una coppia di piccioni

La ricerca di cui sono stati incaricati i poliziotti cinesi è sintomo della tensione e della preoccupazione delle autorità, probabilmente anche in relazione alle proteste di Hong Kong. Non si sa però esattamente che cosa temessero di trovare le autorità: alcuni giornalisti hanno ipotizzato che fossero alla ricerca di esplosivi piazzati nei sederi dei piccioni, a scopo terroristico, ma altri ipotizzano che il timore fosse relativo ad un molto meno cruento lancio di bigliettini con messaggi di libertà o che comunque cercassero di aggirare la censura cinese.

Un blogger ha commentato amaramente che quanto subito dai piccioni simboleggerebbe a suo parere la vita dei cittadini cinesi: “La libertà e dignità dei cittadini è sempre più vulnerabile, e può essere tolta in qualunque momento, come ai piccioni. Hanno dovuto subire il dolore e l’insulto di un rude controllo anale e comunque devono apparire pacifici e felici in tv durante la cerimonia”.

Loading...