Zhengzhou, capitale della provincia cinese di Henan, ha un deserto artificiale. Non erano però quelle le intenzioni: l’idea era quella di creare un lago artificiale (come ne sono stati costruiti altri in Cina), ma i progettisti hanno apparentemente commesso dei clamorosi errori, e le cose sono andate in modo ben diverso.

il risultato è ben diverso dalle intenzioni

Il progetto era apparentemente quello di deviare una fonte d’acqua sotterranea, liberandola dalla sabbia, spostata in modo da fare da spiaggia al lago che doveva crearsi. Forse a causa dei lavori, forse per cause naturali, la sorgente si è però esaurita, ed è rimasta solo la sabbia, che ha iniziato anche a distendersi maggiormente non più bagnata dalla fonte. Inoltre, a causa del mancato apporto d’acqua e del diffondersi della sabbia, le piante della zona hanno iniziato a morire.

un altra vista del deserto

Tutto quello che poteva andare male lo ha fatto”, spiega un residente critico del progetto: quello che doveva essere un panorama paradisiaco si è trasformato in un disastro ecologico, con problemi anche per i residenti: “Recentemente il forte vento ha portato polvere e sabbia, rendendo difficile anche tenere gli occhi aperti quando si è fuori”.

Inutile aggiungere che il valore delle proprietà immobiliari ha iniziato a scendere, dato che nessuno sembra volere un deserto sulla porta di casa. Le autorità sono alla ricerca di una soluzione, ma non si è ancora deciso come intervenire.

Loading...

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Città cinese tenta di creare un lago artificiale, si ritrova con un deserto sahariano