Mondo

Pensionato fa causa alla televisione giapponese: “usa troppe parole straniere”

pensionato fa causa alla tv giapponese - troppe parole straniere

Un pensionato giapponese ha intentato causa al principale canale televisivo nazionale giapponese, chiedendo circa 1,5 milioni di yen (circa 10.000 euro) come risarcimento danni per stress emotivo, causato dal fatto che i programmi userebbero troppe parole straniere e rendendoli meno comprensibili.


Inoltre lo stress deriverebbe dalla percezione che “il Giappone si sta americanizzando troppo. C’è il senso di una crisi di un paese che sta diventando solo una provincia dell’America”, spiega l’avvocato dell’uomo. La decisione di intentare questa insolita causa è nata dopo una lettera di protesta dell’uomo, che il canale televisivo non ha degnato di risposta.

Il giapponese, per quanto sia una lingua molto ricca, non esita a prendere e “importare” parole straniere nel linguaggio comune: ad esempio “Troulbe”, dall’inglese per significare “problemi”, oppure “concierge” dal francese o “pan” dallo spagnolo. Queste parole però sono adattate alla grammatica giapponese, e diventano incomprensibili per chi parla la lingua da cui sono tratte: ad esempio trouble  diventa “toraburu” e concierge diventa “konsheruju”.

pensionato fa causa alla tv giapponese - troppe parole straniere

Loading...