Viaggi

Traghetto si incaglia: il capitano era rimasto chiuso in bagno

Alla fine i danni sono stati relativamente pochi, ma il rischio è stato molto grande. Un traghetto finlandese si è arenato sugli scogli vicino a Helsinki, causando ferite (fortunatamente minori) a diversi dei 54 passeggeri, e diversi danni materiali.


All’origine dell’incidente ci sarebbe il fatto che il capitano era andato in bagno, qualche decina di minuti prima, con l’intenzione di “liberarsi” prima delle manovre di avvicinamento al porto. Sfortunatamente, un lucchetto si è rotto, e il capitano è rimasto chiuso in bagno, con il traghetto che continuava dunque a viaggiare incontrollato.

traghetto_thumb

Le richieste di soccorso del capitano hanno alla fine allertato i passeggeri (del resto, quale passeggero non si allerterebbe sentendo il capitano che grida “aiuto”?), che hanno chiamato dei membri dell’equipaggio, che sono andati a cercare di liberarlo. Solo dopo qualche minuto a qualcuno è venuto in mente che era il caso di fermare il traghetto, ma è stato troppo tardi, e l’imbarcazione è finita su uno scoglio. Quantomeno, il tentativo di fermare la nave ha avuto il merito di evitare che l’impatto avvenisse a piena velocità, limitando i danni.

Subito dopo lo scontro con lo scoglio, probabilmente anche per le vibrazioni dell’urto, la porta del bagno ha finalmente ceduto, e il capitano è potuto uscire.

La polizia finlandese sta conducendo un indagine per verificare se vi siano state mancanze da parte del capitano e dei membri dell’equipaggio.

Yahoo! News

Loading...

1 commento