Computer

A Natale anche gli spammer sono andati in ferie

Sarà forse il regalo di Natale degli spammer al popolo di Internet, sarà forse che anche loro avevano voglia di staccare la spina per un po’.


Fatto sta che dal giorno di Natale fino ai primi giorni dell’anno, la quantità di mail indesiderate è crollata in modo verticale, praticamente dimezzandosi rispetto ai giorni precedenti.

464

Gli esperti sono indecisi sulla spiegazione da dare a questo fenomeno, che non credono possa durare (per quanto il trend è che lo spam stia andando riducendosi). Fatto sta che la grandissima parte dello spam è gestito da pochissime reti di spambot. Uno solo di questi (noto come Rustock), al suo apice spediva il 48% di tutte le mail di spam nel mondo, secondo quanto riportano gli esperti di Symantec.

Forti diminuzioni dello spam non sono una  anomale, ma avvengono quando una rete di spambot viene neutralizzata, mentre non sembra sia successo nulla del genere negli ultimi giorni.

Alcuni analisti sostengono che la spiegazione potrebbe essere che gli spammer non vedano più ritorni elevati dalla loro attività, e quindi forse stiano rivedendo le loro strategie.

BBC

Loading...

1 commento