Un dentista taiwanese è stato recentemente condannato a pagare 1 milione di dollari a sua madre per onorare un contratto che aveva firmato durante crescita, nel quale si impegnava a pagare il 60% dei suoi profitti netti fino a quando non avesse coperto i costi della sua educazione e istruzione.

La madre, conosciuta solo come “Luo”, ha dovuto crescere i suoi due figli da sola, dopo aver divorziato dal marito. Ad un certo punto si è preoccupata che, nonostante tutti i suoi sacrifici, i suoi figli non avrebbero badato a lei nella sua vecchiaia, così ha deciso di avere una “assicurazione”. Nel 1997, quando i suoi figli stavano studiando per diventare dentisti, chiese loro di firmare un contratto che stabiliva chiaramente che accettavano di dare a lei il 60% dei loro guadagni fino a coprire la somma di 1,7 milioni di dollari, come compenso per i soldi che aveva speso per loro studi e sull’educazione. Lo fecero entrambi, ma uno di loro non ha onorato l’accordo, e così la madre lo ha portato in tribunale.

I due figli della signora Luo sono diventati dentisti nel 2003 e inizialmente hanno accettato di onorare i loro contratti, pagando alla madre il 60% dei loro guadagni. A dirla tutta, al momnento stavano lavorando nella clinica dentistica di lei, che aveva aperto con l’aiuto finanziario della sua famiglia. Ma, dopo un po’, apparentemente hanno deciso di averle dato abbastanza soldi e hanno rifiutato di continuare a consegnare la maggior parte dei loro profitti mensili alla madre. Mentre il figlio maggiore ha deciso di rinegoziare i termini del contatto e ha convinto la madre ad abbassare il debito, la più giovane si è semplicemente rifiutato di continuare a pagare. La madre quindi lo ha citato in giudizio, e i due hanno combattuto in tribunale per otto anni.

Il caso ha raggiunto le corti più alte di Taiwan, che hanno nuovamente ascoltato le argomentazioni di entrambe le parti prima di prendere una decisione definitiva. La signora Luo sosteneva che i contratti che aveva firmato con i suoi due figli erano legalmente vincolanti e che lei voleva solo che fossero onorati, mentre il figlio sosteneva di avere solo 20 anni quando firmò e non do non averne capito del tutto implicazioni, al tempo. Inoltre, aveva già pagato a sua madre 1 milione di dollari, che a suo parere era una cifra più che sufficiente. Il dentista ha aggiunto che il contratto violava le “buone abitudini”, dal momento che allevare un bambino non dovrebbe essere misurato in termini finanziari.

Dopo aver ascoltato entrambe le parti, un giudice ha stabilito che, il dentista, indicato dai media taiwanesi come Mr. Chu, aveva firmato il contratto da adulto, senza essere forzato o ingannato, quindi dovrebbe onorare le sue condizioni. All’uomo è stato quindi ordinato di pagare i rimanenti 754.000 della “tassa di educazione” concordata, con l’aggiunta di ulteriore interessi che portavano il debito a sua madre a $ 967.000.

Il caso insolito ha attirato molta attenzione a Taiwan, un paese in cui gli adulti sono tenuti per legge a prendersi cura dei genitori anziani. Non tutti lo fanno, e i genitori quasi mai fanno causa ai loro figli in questo modo, quindi questo è stato il primo di una società in cui essere dei “bravi figli” e dei “bravi genitori” sono considerate delle virtù importanti.

Alcuni hanno appoggiato la madre, sostenendo che è dovere dei figli prendersi cura dei genitori, ma altri accusano la donna di avere speculato sulla situazione, sottolineando che il “prendersi cura” non dovrebbe tanto voler dire “dare soldi”, quanto piuttosto “accudire”.

Loading...

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Dentista dovrà pagare 1 milione di dollari alla madre per l'educazione ricevuta e il mantenimento durante gli studi