Viaggi

Cercano baby sitter per viaggio intorno al mondo: 20.000 candidature

aerei al tramonto

Gli americani M’Kenzie e Derek Tillotson hanno in programma un viaggio intorno al mondo con i loro tre digli, ed hanno deciso di richiedere l’aiuto di una baby sitter che li accompagni nel viaggio per aiutarli ad accudire i bambini. Hanno così fatto un annuncio, pubblicato nella speranza di avere qualche decina di candidati tra cui scegliere, ma la risposta è stata molto più grande di quel che si aspettavano: quasi 20.000 persone si sono candidate per il lavoro.


La coppia gestisce un blog sui viaggi, e recentemente hanno deciso di vendere la loro casa nello Utah per un viaggio intorno al mondo, che inizierà il prossimo luglio, toccando l’Europa, le Hawaii, la Nuova Zelanda e l’Asia. Un viaggio che promette di essere una grande avventura, ma che potrebbe essere difficile da affrontare con tre bambini, e per questo i due sono alla ricerca di un professionista che li aiuti, occupandosi  anche di fare da insegnante ai piccoli, nonché qualche lavoro di cucina e pulizie.

Stiamo cercando qualcuno che ami i nostri figli quanto noi, anche quando si comportano così”, ha spiegato M’Kenzie in un filmato dove i suoi figli fanno i capricci in sottofondo, “Sarete membri onorari della famiglia, e sarete trattati con rispetto e potrete dire la vostra”. E continua: “E’ difficile definire le ore di lavoro perché vivrete con noi, ma avrete tempo per voi ogni giorno, e uno o due giorni alla settimana li avrete tutti per voi”.

Attratti dalla prospettiva di un viaggio intorno al mondo pagato, le risposte sono state molte più di quelle che i coniugi si aspettavano, ed in pochi giorni sono arrivate oltre 19.000 candidature, tanto che i due hanno deciso di non accettarne altre. “Quando abbiamo iniziato la ricerca, ci aspettavamo che magari si candidasse qualche amico di amico. Siamo impressionati dall’interesse”.

Va detto che non tutti hanno accolto positivamente la richiesta, con qualcuno che sostiene che lo stipendio proposto (tra i 1.200 e i 1.500 dollari) è troppo poco per qualcuno che dovrebbe prendersi cura dei bambini, cucinare e pulire: una critica forse un po’ troppo severa considerato che oltre a questa cifra sono comprese tutte le spese di viaggio, vitto e alloggio. M’Kenzie ha comunque chiarito che la persona che sarà assunta non sarà incaricata di cucinare e pulire costantemente, ma che deve essere disponibile a collaborare a queste incombenze dato che tutti vivranno sotto lo stesso tetto.

 

Loading...