Soldi

Il costo delle doti in Cina rende impossibile il matrimonio ai più poveri

banconote cinesi

La carenza di donne causata dalla politica cinese del “figlio unico”, così come il boom economico avvenuto negli ultimi decenni ha fatto diventare il matrimonio un incubo per gli uomini meno abbienti delle zone rurali della Cina. Sono questi due fattori che hanno fatto lievitare il “costo delle spose”, da un gesto simbolico a cifre inaccessibili a molti.


Il “Prezzo della Sposa” è una antica tradizione cinese, perdurata anche durante il periodo comunista, ed è simile alla tradizione occidentale della dote, solo che in questo caso è lo sposo a pagare la famiglia della sposa per avere l’autorizzazione al matrimonio, in una sorta di risarcimento per le spese sostenute per crescere la ragazza.

Negli anni sessanta, il “prezzo della sposa” era un modesto regalo (come un set di biancheria per la casa o da tavola), negli anni ottanta era già diventato un televisore o un frigorifero, ma dagli anni novanta in poi le famiglie delle spose hanno iniziato a chiedere sempre più frequentemente dei contanti. E le cifre richieste sono aumentate sempre di più negli ultimi due decenni.

Il motivo di tanto “potere contrattuale” delle famiglie delle spose è nel tasso di genere in Cina, dove oggi ci sono in media 118 uomini ogni 100 donne, ma questo rapporto è molto più alto nelle zone rurali. La politica del figlio unico, infatti, ha portato ad aborti selettivi e anche infanticidi di neonate femmine, perché oltre al “prestigio” di avere un figlio maschio, vi era anche la necessità di avere un figlio che potesse aiutare nel lavoro i genitori.

A complicare ancora di più la vita dei contadini scapoli il fatto che molte delle donne che sono cresciute nei villaggi si sono trasferite in città in cerca di miglior fortuna. E questo fa sì che le poche rimaste abbiano di frequente decine di proposte di matrimonio, che fa sì che le loro famiglie possano cifre molto elevate ai pretendenti: spesso si parla di cifre oltre i 20.000 euro, quando il guadagno medio di un contadino cinese è in media pari a  poco più di 1.000 euro l’anno.

Loading...