Salute

Studio: il “binge watching” fa male alla salute

bambino davanti alla tv

Il “binge watching“, le maratone televisive in cui si guardano numerose puntate di una serie tv di seguito, è un fenomeno nuovo reso possibile dalla possibilità di vedere le serie in streaming o di scaricarle da internet: difficile immaginare qualcosa del genere quindici anni fa, a meno di comprare il cofanetto di dvd di una serie tv, cosa che rendeva comunque le maratone televisive un qualcosa di molto più occasionale.


Ma quali sono gli effetti sulla salute del binge watching? Come ogni eccesso, viene da sospettare che possa avere effetti negativi, ma solo recentemente uno studio ha analizzato in dettaglio in fenomeno.

I ricercatori hanno usato delle interviste online per capire quante ore di tv sono considerate una “maratona”, e di quali effetti ha il binge watching sulle persone. Ne è emerso che gli intervistati considerano maratone televisive quando guarda la tv 34 ore a settimana (una media di quasi 6 ora al giorno), in media.

Le maratone tv però hanno anche effetti collaterali negativi, innanzi tutto dal punto di vista psicologico a partire dal “rimpianto anticipato” (“mi pentirò di questo domani mattina”), e al “conflitto di obiettivi” (“per guardare la tv non faccio altre cose che mi interessano“). Inoltre, il binge watching comporta anche effetti fisici, che sono quelli tipicamente legati alla sedentarietà.

Per questo, i ricercatori auspicano che i servizi di streaming introducano sistemi di interruzione automatica che si attivino dopo che l’utente ha guardato un certo numero di episodi. Difficile però immaginare che questi arriveranno a breve, considerato che anzi alcuni servizi si stanno modellando invece proprio per assecondare il binge watching, che viene considerato sempre più la norma. Forse la responsabilità, come sempre, sta nelle mani dell’utente, che deve fare un uso assennato di questi servizi, senza farsi “prendere la mano” ma gestendo più consapevolmente le proprie priorità.

 

Loading...