Una libreria di Newtown, in Australia, ha avuto un’idea originale: incartare i libri, in modo che non vengano scelti in base alla copertina ma per il loro contenuto. E sembra che la cosa stia avendo un grande successo. Sulla confezione non è neppure citato il titolo del libro, ma invece alcune parole chiave, in modo da togliere anche questo elemento di “distorsione” dalla scelta.

Secondo la proprietaria della libreria, il problema di molte persone è che si trovano indecise quando scelgono un libro, e non sapendo quale scegliere si affidano ad elementi che in realtà non sono così indicativi, come la copertina. La libreria consente in ogni caso di restituire il libro entro sette giorni dall’acquisto, nel caso che fosse un libro che l’acquirente ha già letto.

Molti i giudizi positivi dell’idea, battezzata “Appuntamento al buio con un libro”, perché permetterebbe di scoprire qualcosa di nuovo, rispetto ad una scelta più consapevole da un lato ma limitata dall’altro di quando si compra un libro sapendo esattamente ciò che si sta comprando e sono molti a sottolineare come l’esperienza abbia loro consentito di espandere i propri gusti.

Sembra però che siano come regali che i libri “Incartati” siano soprattutto apprezzati, dato che semplificano la scelta del regalo. E inoltre, secondo qualcuno, tolgono responsabilità a chi fa il regalo, perché essendo una sorpresa anche per chi compra il libro, eliminano responsabilità nel caso il libro non piaccia.

Loading...

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Libreria vende i libri incartati, perché non siano giudicati dalla copertina