Salute

Il trapianto di polmoni può “trasferire” le intolleranze alimentari

Quando si parla di trapianto di organi, era cosa nota che il trapianto di fegato potesse “trasferire” le intolleranze alimentari dal donatore al ricevente: ma è un qualcosa che ci si può aspettare dato che il fegato è un organo che si occupa proprio di trattare il cibo nella digestione. Meno ovvio che le intolleranze possano trasmettersi anche nel caso di trapianto di polmoni: ma c’è almeno un caso documentato in cui ciò è avvenuto.


Una donna di 42 anni, affetta da sarcoidosi è stata sottoposta con successo a trapianto bilaterale dei polmoni, da un donatore morto per shock anafilattico dopo avere mangiato cibo contenente arachidi. Sette mesi dopo, la donna ha mangiato del burro di noccioline ad un incontro di supporto per trapiantati, ed ha immediatamente sviluppato una forte reazione anafilattica, ma fortunatamente è stata salvata grazie ad un intervento immediato dei medici.

Durante le successive cure, la donna ha raccontato di avere avuto dei piccoli malesseri nei mesi dopo il trapianto dopo avere mangiato cibi contenenti arachidi, ma non aveva dato particolare peso alla cosa perché non aveva mai avuto problemi di quel tipo in passato.

I test medici effettuati hanno confermato che aveva sviluppato una allergia alle arachidi: i medici che hanno studiato il caso hanno proposto di aumentare l’attenzione alle allergie del donatore nel caso di trapianti, per prevenire il crearsi di situazioni ad alto rischio come quelle cui è stata soggetta la donna.

Loading...