Arte

Stufi dei selfie: artisti si vestono di pelle di pollo per protesta contro la vanità

Victor Ivanov e Lewis G 1

Una coppia di artisti britannici hanno creato delle tute fatte interamente di pelle di pollo, per protestare contro la vanità della nostra società, in cui l’aspetto è tutto, una mentalità che è sintetizzata dalla “mania dei selfie” che molti hanno.


Victor Ivanov, uno dei due artisti, talmente non ne può dei selfie che sostiene che il mondo finirà con la gente che si farà selfie con le sue ceneri.

Victor Ivanov e Lewis G 2

Ivanov ha iniziato a lavorare con la carne all’università, quando ha sviluppato un interesse per i materiali biodegradabili: “E’ un po’ ‘rozzo’, dato che è un approccio molto diretto al nostro ambiente, ma nonostante questo è qualcosa che volevo sperimentare direttamente”.

Victor Ivanov e Lewis G 3

Ma nonostante questo, Ivanov ammette che creare la tuta non è stato facile: “Quando ho provato al prima volta, è stata un’esperienza orribile, perché solo la sensazione di bucare la pelle la senti sbagliata. Ho immaginato di usare altri materiali, ma la verità è che non funziona nello stesso modo, perché è carne e non puoi non avere una risposta emotiva”.

Loading...