Di solito i ristoranti diventano famosi e affollati di clienti grazie al fatto che vi si mangia bene, e di solito gli avventori si lamentano se non sono soddisfatti del cibo. Il caso del Ming General Japanese Sushi Restaurant di Hong Kong però è l’esatto opposto: il ristorante ha fama che lì si mangi talmente male che è sempre pieno di curiosi e di gruppi che si sfidano a finire i pessimi piatti.

alcuni dei piatti

Uno degli appassionati di “cattiva cucina” spiega: “E’ il peggiore, per questo è così famoso”. I gamberetti sarebbero pessimi: “Sono piccoli e molto magri. Non so neanche come possa fare a trovarne così”, ma anche il tonno sarebbe difficile da mandare giù con la crema marrone (dagli ingredienti non bene identificati) con cui viene servita.

Gli estimatori spiegano che si tratta secondo loro di un’esperienza di vita da non perdere, e di una sfida personale: “Quando entri, vedi un sacco di gente che mangia con volto contrito. Cercano disperatamente di finire il sushi. Quando finiscono, la gente festeggia e si fa i complimenti, anche se non si sono mai visti prima. L’atmosfera del ristorante è decisamente divertente”.

neanche l'ambiente è bellissimo

Non tutti gli avventori arrivano al ristorante per mettersi alla prova con i pessimi sapori, comunque. Alcuni arrivano attirati dai prezzi decisamente ridotti: con meno di 10 dollari si può mangiare quanto si vuole, con tutto il buffet a disposizione. Alcuni dei piatti sarebbero di qualità accettabile, specie considerato il prezzo.

E’ strano che un ristorante continui a proporre cibo pessimo dopo essere diventato “famoso” per questo, e non abbia mai cercato di migliorare la qualità dei propri piatti: alcuni sospettano che sia una astuta strategia di marketing del ristorante, che gli ha permesso di ottenere una notorietà mondiale con costi probabilmente minimi.

 

 

news
Loading...

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Il ristorante dove si mangia talmente male da avere un seguito di cultori