Sport Video divertenti

Surf sul lago ghiacciato a 45 gradi sotto zero

due surfisti

Quando si pensa al surf, di solito si immaginano spiagge tropicali e il sole che scalda. L’ultima “bravata” di un gruppo di surfisti che vivono vicino ai grandi laghi americani però smentisce questo luogo comune, dato che la loro passione per il surf li ha portati a sfidare le onde anche durante il grande freddo che ha colpito la zona a gennaio.


Tra gennaio e marzo infatti è la stagione principale per il surf nei grandi laghi, perché il clima porta alla formazione di onde alte tre-quattro metri, e durante i temporali possono toccare anche i dieci metri. E quest’anno, nonostante il periodo particolarmente freddo, in molti non hanno voluto perdere l’occasione di surfare ugualmente.

due surfisti

Le temperature erano decisamente rigide, nonostante il Lake Superior, il più grande dei grandi laghi, sia il più caldo del gruppo di acque dato che essendo il più grande trattiene maggiormente la temperatura. Ma questo si traduce nel fatto che l’acqua era a “ben” 2 gradi. “La temperatura dell’aria era di -24°, ma se teniamo conto del vento la temperatura percepita era di -45°spiega Burton Hathaway, uno degli appassionati.

il freddo si fa sentire

Non si tratta dunque di uno sport per tutti, dato che il rischio di congelamento è dietro l’angolo, nonostante la tuta da 6mm che indossano i surfisti, e la vaselina sulla faccia per limitare gli effetti del vento gelido.

La parte più difficile è cambiarsi la tuta quando hai finito di surfare: devi aspettare che il ghiaccio si sciolga, cosa che può richiedere anche 30 minuti, altrimenti strappi la tuta cercando di toglierla” spiega Burton.

Loading...