Un bambino cinese ha rischiato di essere cremato vivo dopo essere stato dichiarato morto dai medici. Il bambino, che aveva meno di un mese, era nato con una malformazione congenita del sistema respiratorio, che gli hanno permesso di sopravvivere solo grazie al supporto delle macchine, finché i genitori hanno acconsentito ad interrompere quello che in molti consideravano accanimento terapeutico.

Il bambino è stato così dichiarato morto e il suo corpicino composto in una bara, per essere poi cremato. Ma gli operatori delle pompe funebri hanno avuto una sorpresa quando hanno sentito venire dei pianti dalla bara: il bambino infatti era ancora vivo ed aveva ripreso conoscenza. Immediatamente hanno chiesto l’intervento dei sanitari, che hanno riportato il piccolo in ospedale.

La direzione dell’ospedale ha avviato un’inchiesta sull’accaduto, sospendendo in via cautelativa un medico ed un infermiera è stata licenziata. Probabilmente l’errore è stato causato dal fatto che, essendo particolarmente gravi le condizioni del piccolo, la dichiarazione di morte è stata fatta superficialmente.

Nonostante il colpo di fortuna, i medici non sono ottimisti sulle prospettive per il bambino, le cui condizioni rimangono particolarmente gravi a causa della malformazione.

un forno crematorio in giappone

Loading...

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Bambino “morto” si sveglia poco prima di essere cremato