Mondo

Museo di Varsavia compra modello in Lego di campo di concentramento

Il Museo di Varsavia ha acquistato un modello costruito interamente con mattoncini Lego di un campo di concentramento nazista, per una cifra di circa 65.000 Euro, da un collezionista privato norvegese. L’acquisto dell’opera ha suscitato diverse polemiche.


Il modello era stato costruito nel 1996 da un artista polacco, Zbigniew Libera, con pezzi donati dalla Lego che però successivamente ha negato di avere saputo per cosa fossero destinati: i dirigenti sostenevano di aver  accettato di sponsorizzare un’opera d’arte, ma che non erano loro noti i contenuti esatti.

Infatti, nel corso degli anni, il modellino ha causato numerose polemiche, accusato di banalizzare e ridicolizzare l’olocausto, trasformandolo in una sorta di gioco.

L’artista, e i suoi ammiratori, sostiene invece che l’opera ha un significato del tutto opposto, e che vuole rappresentare la “semplicità del male” che ha portato poi alla creazione dei veri campi di concentramento.

[fonte]Orange[/fonte]

Loading...

3 commenti