La serata era iniziata decisamente male per la 29enne Carly A. Houston di Naperville, vicino a Chicago. Prima di tutto, la lite con il tassista, che la Houston avrebbe anche minacciato di morte e (soprattutto) rifiutato di pagare. Tanto che il tassista ha chiamato la polizia, che ha trovato la donna abbastanza poco calma per decidere che era ragionevole farle passare una notte in carcere.

Come da tradizione, la Houston ha avuto a disposizione la classica telefonata. Ma Carly non la ha usata per chiamare l’avvocato, oppure un parente o un amico. Ha chiamato il numero di emergenza della polizia, per chiedere aiuto perché “era intrappolata nella prigione di Naperville”.

carly-houston

La polizia non ha per nulla gradito lo scherzo – o qualunque cosa volesse essere quello della Houston – e ha aggiunto alla lista una denuncia per abuso dei servizi di emergenza. Il portavoce della polizia ha spiegato che “vogliamo che si capisca che chiamare il 911 non è un gioco”.

Ma la madre di Carly la difende: secondo lei, semplicemente la ragazza era molto confusa e non capiva bene cosa stava succedendo e cosa si trovava, e quindi ha cercato aiuto in un modo perfettamente logico, chiamando la polizia. Ah, le mamme…

 

CBS News

Loading...

3 commenti

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Arrestata, chiama la polizia: “sono intrappolata dentro ad un carcere”