Alcool e sbronze Salute

Ricerca: gli astemi sono meno in salute dei bevitori (moderati)

Una ricerca francese smentisce alcuni luoghi comuni (anche in ambito scientifico) sull’alcool, evidenziando che le persone che bevono alcolici hanno mediamente una salute migliore degli astemi.


La ricerca è stata condotta da un gruppo di scienziati francesi, guidati da Boris Hansel dell’ospedale parigino Pitie- Salpetriere, ed è stata pubblicata sull’European Journal of Clinical Nutrition, studiando la salute di oltre 150.000 francesi, dividendoli in quattro gruppi a seconda del consumo d’alcol: coloro che non hanno mai bevuto, bevitori occasionali (meno di 10 grammi di alcol al giorno), bevitori moderati (10-30 grammi al giorno) e bevitori abituali (oltre 30 grammi).

Ovviamente, la ricerca si riferisce al consumo occasionali e moderati di alcolici, e non toglie nulle alle conclamate conseguenze dell’abuso di alcool.

health-www-fcschools-net

Viene però smentita la convinzione che l’alcool sia sempre e comunque un “male”, indipendentemente dalla quantità in cui viene consumato, per quanto i ricercatori sottolineino (ci sembra, un po’ anche per evitare possibili polemiche)  che il loro studio evidenzia un collegamento statistico tra consumo moderato di alcol e  “più bassi rischi cardiovascolari e una migliore condizione sociale e di salute”, ma lo studio non aveva lo scopo di indicare un legame casuale, ed in ogni caso mettono le mani avanti sottolineando che lo studio  non dovrebbe essere usato come un’evidenza per promuovere l’alcool. Né tantomeno l’abuso di alcool, aggiungiamo noi.

Ma certamente, il dato che “poco alcool non fa male” appare un’evidenza abbastanza  incontrovertibile dello studio, dato che i fattori benefici conseguenti o associati al consumo (moderato, ripetiamo ancora una volta) evidentemente superano le conseguenze negative

GaiaNews

Loading...