Scuola Sesso

Il comune distribuisce una mappa alle medie. Con la pubblicità di un sexy shop.

Il Comune di Conegliano, in provincia di Treviso, ha distribuito in una cerimonia alla presenza del Sindaco una cartina geografica della città a ciascuno degli alunni di una delle scuole medie della città “perché così i giovani possano imparare a viverla e sentirla come loro, imparando a conoscerne i luoghi più reconditi, i nomi delle vie, ad apprezzarne le sue bellezze”.


Iniziativa più che lodevole, se non fosse che le cartine distribuite agli oltre 450 alunni sono sponsorizzate da un sexy shop, che ha un riquadro pubblicitario dove spiega in dettaglio i “servizi” (“abbigliamento intimo, pelle, uomo-donna, scarpe, oggettistica gadget, riviste, video”), decisamente inadatti a ragazzini di 10-12 anni.

Sono inevitabilmente scoppiate le polemiche da parte dei genitori, e anche la scuola si è immediatamente dissociata, spiegando che si tratta di un’iniziativa autonoma dell’amministrazione e che non è coinvolta.

Decisamente in imbarazzo il sindaco, Alberto Maniero, che ha annunciato che l’amministrazione comunale farà una comunicazione ai genitori per scusarsi. In realtà, anche le giustificazioni non fanno fare bella figura al Comune: le cartine geografiche in realtà sono una sorta di fondi di magazzino, di un paio d’anni fa (infatti, il sexy shop pubblicizzato ha nel frattempo cambiato nome e gestione), e nessuno aveva pensato neppure di aprirle per vedere com’erano fatte prima di consegnarle agli studenti.
La Tribuna di Treviso

[tags]scuola, mappa, cartina, sexy shop, conegliano, notizie strane[/tags]

Loading...

5 commenti