1. Il Viagra: la pillola che ha risolto i problemi di tanti amanti è opera di Merthyr Tydfil, ricercatore gallese che in realtà cercava un rimedio per l’angina.
2. L’Lsd: il chimico svizzero Albert Hofmann, scopritore del più celebre degli allucinogeni, cercava un rimedio all’infertilità.
3. I raggi-X: ignari della loro potenziale pericolosità, molti ricercatori nel XIX secolo li maneggiavano senza troppe precauzioni. Maneggiavano: termine quanto mai adatto, visto che a scoprire le potenzialità benefiche dei raggi-X fu il tedesco Wilhelm Rontgen, che vide le ossa di una sua mano mentre tentava di colpire con le radiazioni alcuni oggetti che reggeva con essa.
4. La penicillina: da manuale. La storia dei vetrini di Fleming lasciati involontariamente incustoditi e infestati dalla muffa guaritrice è un aneddoto notissimo.
5. I dolcificanti artificiali: lavorando su svariate sostanze chimiche studiate per gli scopi più disparati, alcuni chimici dimenticarono di lavarsi le mani e, leccandosi involontariamente le dita, sentirono un sapore dolciastro… E nacque l’aspartame.
6. Il forno a microonde: una delle tante invenzioni «civili» nate a partire dall’industria bellica (state navigando su Internet: stessa origine). L’ingegner Percy Spencer cucinò involontariamente una caramella con le onde, pardon microonde emesse da un radar.
7. Il brandy: motivi di spazio. Per caricare più vino dalle navi, nel Medioevo si pensò di eliminare per ebollizione l’acqua contenuta nella preziosa bevanda. Ma riaggiungere acqua dopo il viaggio non funzionò. In compenso, il vino «disidratato», cioè il brandy, aveva un ottimo sapore.
8. I pneumatici vulcanizzati: un pezzetto di gomma cadde accidentalmente in un fornelletto acceso… e nacque la Goodyear.
9. Il silicone: lo scienziato James Wright, negli anni ’40, cercava un’alternativa al caucciù, materia prima indispensabile per la produzione dei pneumatici. C’è andato lontano, ma ha cambiato l’industria e la vita di tutti i giorni.
10. Le patatine fritte: il cliente ha sempre ragione; il cuoco George Crum, nel 1853, per accomtentarne uno che si lamentava dello spessore delle patate che gli erano state servite, le taglio a strisce sottili; in più, per renderle più croccanti, provò a friggerle, creando quello che per molti è quanto di meglio esista in cucina.

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2006/03_Marzo/06/pop_scoperte.shtml

Loading...

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Le migliori 10 invenzioni figlie del caso