Salute

Donna inseminata con sperma errato

Una 40enne, dopo cinque anni di tentativi è riuscita finalmente a restare incinta con l’aiuto di una clinica per la inseminazione. Ma la sua gioia è stata turbata da una notizia a sorpresa: il medico, per un errore di etichette, non aveva usato lo sperma del suo compagno ma quello di un’altra persona. La donna, che fa l’infermiera, ha fatto causa alla clinica responsabile del pasticcio ma ha deciso di portare a termine la gravidanza.


Laura Howard, questo il nome della donna, ha denunciato la clinica del Connecticut responsabile del clamoroso errore. Il medico dell’istituto, Anthony Santomauro, ha raccontato di essersi accorto dello sbaglio quando già era troppo tardi. Imbarazzato per quanto accaduto, invece di dirle la verità le aveva prescritto una pillola del giorno dopo. Che Laura Howard non prese.

Le prime analisi confermarono che l’inseminazione aveva avuto successo. A quel punto il medico confessò lo sbaglio e chiese alla donna di abortire. Ma lei decise di portare a termine la gravidanza: “Sono cinque anni che sogno di diventare madre. E questa può essere la mia ultima occasione”.

Nel frattempo la Howard ha fatto causa al medico, chiedendo di conoscere la identità del padre. Laura Howard è nera mentre le due coppie presenti nella clinica lo stesso giorno erano bianche.

http://www.tgcom.it/mondo/articoli/articolo210956.shtml

Loading...