Mondo

Padre rivendica deserto africano, perché la figlia possa essere una vera principessa

Jeremiah Heaton - da facebook

Sono molte le bambine che chiedono ai padri di poter essere vere principesse, ma sono pochi i padri che, come Jeremiah Heaton, si attivano per realizzare questo desiderio.


Scartabellando su carte e documenti, Heaton ha fatto una full-immersion di geografia mettendosi a cercare se esistesse un territorio al mondo che non fosse rivendicato da nessuno, e che quindi potesse dichiarare proprio, creando un suo regno, di cui la figlia Emily sarebbe stata la legittima principessa.

heaton, la figlia e la bandiera

Dopo mesi di ricerche, Heaton ha trovato un deserto di 2.000 km quadrati in Africa, tra Sudan ed Egitto, che entrambi i paesi rivendicano ma che non apparterrebbe a nessuno dei due. L’area è localmente nota come Bir Tawil, anche se Heaton l’ha ribattezzata “Regno del Nord Sudan”.

il territorio  rivendicato da Heaton

 

Ci sono stati molti tentativi di rivendicare la zona, e Heaton per cercare di avere una “carta in più” rispetto ai contendenti è andato in Egitto degli Stati Uniti, dove vive, e ha piantato la bandiera del suo regno (disegnata dai suoi figli), proprio il giorno del settimo compleanno della figlioletta Emily. Un viaggio decisamente impegnativo, dato che dopo il volo aereo e avere attraversato l’Egitto con vari mezzi ha anche dovuto fare quattordici ore di traversata del deserto su cammelli.

Volevo dimostrare ai miei figli che andrei letteralmente in capo al mondo per realizzare i loro desideri”, ha spiegto Heaton.

Loading...