Salute

Cosa c’entra il seno femminile e l’arrosto di maiale con le olive? (Un aiuto: c’entra una ricerca scientifica…)

La facoltà di chirurgia dell’Università di Norfolk, in Virginia, ha condotto uno studio decisamente insolito, ma apparentemente molto efficace dal punti di vista pratico.


Il tema dello studio era quello di migliorare la capacità dei chirurghi di usare strumenti diagnostici quali l’ecografia: infatti, mentre il  chirurgo medio è (ovviamente) espertissimo in tutte le procedure della sala operatoria, a volte non sono altrettanto competenti sulle procedure di medicina diagnostica.

arrosto di maiale

 

Il che sta diventando un limite in quanto alcune metodologie operatorie combinano chirurgia e diagnostica: è il caso ad esempio della biopsia guidata dagli ultrasuoni, nel quale viene contemporaneamente effettuata una ecografia per individuare lesioni al seno, e viene prelevato del tessuto da zone sospette, per una successiva analisi.

Per migliorare le capacità dei chirurghi il team di ricercatori ha avviato una serie di simulazioni in cui i chirurghi operavano… dell’arrosto di maiale. L’arrosto conteneva delle olive, che dovevano essere individuate e raggiunte dal chirurgo, cercando di evitare di effettuare incisioni in eccesso. Lo scopo appare chiaro: permettere un esperienza realistica (o quasi), senza dover “sperimentare” direttamente sulle pazienti.

I risultati sarebbero stati ottimi, con i partecipanti all’esperimento che hanno giudicato favorevolmente l’esperienza e ritengono li abbia aiutati a migliorare le loro competenze mediche.

Loading...