Animali Sesso

Washington : webcam per spiare i panda che fanno sesso

ROMA – Washington, 12.26 del pomeriggio. Luce grigia, fruscii di foglie al vento, un bimbo dice eccola lì. Dito puntato su Mei Xiang, corpo morbido adagiato a terra, occhi socchiusi, svogliati. Passano lenti i minuti. Qualcosa accade, forse. Bisogna aspettare. O cambiare finestra: ore 13.18, fiumiciattolo, tronchi secchi sul prato, ci passeggia distratto Tian Tian. A lungo, per centimetri interminabili. Non lo diresti uno spettacolo propriamente avvincente. Sbagliato. In due settimane 100mila persone l’hanno voluto vedere. Ottimi i motivi: due attori famosi, una coppia, filmata 24 ore su 24. Mentre mangiano, dormono, fanno l’amore. Il copione si scalda. Mettici pure che lei è incinta (pare) e la gravidanza ripresa in diretta: audience assicurata. D’accordo, i due sono panda giganti, e notoriamente non campioni di erotismo nel mondo animale. Ma è evidente che il Grande Fratello funziona anche tra lenzuola d’erba.


La storia d’amore e ormoni di Mei Xiang, femmina di 6 anni, e del suo compagno Tian Tian, di anni 7, va in onda sul web in diretta da marzo sul sito dello zoo nazionale di Washington. I due stanno insieme dal 2000, quando dalla Cina sono stati trasferiti nella città di Bush. Ma dire che si amano è parola grossa: anche loro, come i 1.700 panda giganti al mondo, col sesso hanno problemi. Disappetenti agli amplessi per indole (ma se la godono mangiando chilate di bambù), quando sono in cattività parlargli di accoppiamento è quasi un insulto. Una ritrosia alle gioie dell’erotismo che li classifica tra le specie a maggior rischio estinzione e ha invece già posto gli scienziati al ridicolo di trovate improbabili, dal viagra ai filmetti a luci rosse ai più esotici afrodisiaci della medicina tradizionale cinese.

Umana, troppo umana l’idea di schiodarli dalla loro volontà d’astinenza. Coi giochi le cose sono andate un po’ meglio (ma va?). Il rimedio più efficace – esclusa per ora l’ipotesi però formulata della clonazione – l’inseminazione artificiale. Alla quale anche i nostri di Washington, fiacchi di pulsioni, hanno dovuto infine ricorrere scoccata l’ora fatidica dell’ovulazione che in una femmina panda gigante arriva solo una volta l’anno e dura appena 36 ore. Carpe diem.

L’inseminazione di Mei Xiang con una siringa di sperma congelato di Tian Tian sarebbe avvenuta con successo. Ma per averne la prova bisognerà seguire la soap opera fino all’ultimo, dai 3 ai 6 mesi, quanto dura la gravidanza. E fino al parto, perché prima del lieto evento la presunta puerpera non dà segni (la pancia non aumenta) e se li dà potrebbe sempre ingannare: di finte gravidanze con ormoni impazziti delle panda giganti n’è piena la letteratura. Dunque, aspettare, consumando il tempo del dubbio su Internet come stanno facendo migliaia di voyeuristici zoofili.

A screditare l’ormai proverbiale e pericolosa asessualità dei panda giganti, Gao Gao e Bai Yun, zoo di San Diego. Loro lo fanno, e con piacere: il vento fresco di questa primavera li ha uniti in un abbraccio fecondo secondo i responsabili del parco. Come già era accaduto nel 2003 quando Bai Yun aveva dato alla luce il cucciolo avuto da Gao Gao. Certo, con conseguenze sull’inedita focosa coppia della specie. Lei, per curare il pargolo, ha trascurato per due lunghi anni il compagno, acuendo fino a una forma di depressione l’altra grande caratteristica di questi orsi bianchi e neri: l’essere solitari ed elusivi. Però decidetevi: per la psicanalisi c’è da attrezzarci.

http://www.repubblica.it/2005/d/sezioni/scienza_e_tecnologia/pandaweb/pandaweb/pandaweb.html

Loading...