Sesso Sport

Match tra nazionali di prostitute in El Salvador

Per protestare contro gli abusi della polizia, la violenza a cui giornalmente sono sottoposte e contro la discriminazione, una selezione di prostitute dell’El Salvador e del Guatemala ha organizzato un incontro di calcio nella capitale salvadoregna. L’incontro tra le �Chicas Poderosas� e le �Estrellas de la Linea� è stato letteralmente dominato dalla formazione ospite, che si è imposta con un eloquente 8-1. Il primo tempo si era chiuso sul 5-0.


Le snelle guatemalteche hanno avuto decisamente la meglio sulle formosette salvadoregne nei 40′ di partita, anche se il risultato sul campo era l’ultima delle preoccupazioni. L’obiettivo primario era quello di conquistare l’attenzione dei due governi sui problemi che tale professione comporta. “Il nostro principale obiettivo – ha detto Ramon Figueroa, portavoce delle lucciole guatemalteche – è quello di far valere i nostri diritti e dire alla società che noi siamo prima madri che prostitute. Noi chiediamo, attraverso i governi dell’El Salvador e del Guatemala, di essere protette contro la violenza”. Gli fa eco la collega salvadoregna Linda Araujo. “La gente ci guarda come se fossimo animali strani. Se qualcuno vede una prostituta su autobus truccata e con vestiti corti questa è discriminata. Al contrario se sale una ragazza normale vestita con una gonna corta e truccata dicono che è una bella ragazza”.

Intanto si sta già organizzando la rivincita, nel quartiere chiamato la Linea, ubicato nell’Avenida Ferrocarril. Alle salvadoregne non è andata giù la pesante sconfitta, imputabile ai soli due giorni di preparazione e al fatto che le avversarie avevano già disputato alcuni tornei nel proprio paese.

Loading...