Si tratta forse del caso di divorzio più strano degli ultimi tempi: un uomo ha portato in tribunale la moglie accusandola “di essere brutta”, e vincendo la causa ottenendo il divorzio ed un risarcimento di circa 120.000 dollari.

Quel che è successo è che Jian Feng e sua moglie, residenti nel nord della Cina, hanno avuto una figlia, che l’uomo non ha esitato a definire “incredibilmente brutta” (apparentemente, neanche l’amore paterno per la neonata era sufficiente a farla apparire bella agli occhi del padre), e di non somigliare minimamente a nessuno dei genitori.

moglie_thumb[14]

L’uomo ha iniziato ad accusare la moglie — in apparenza una bella donna — di averlo tradito, ed alla fine la donna ha ammesso il suo segreto: la donna non era sempre stata attraente ma prima di conoscere il marito era decisamente brutta anche lei, prima di ricorrere a diversi interventi di chirurgia plastica. Ecco spiegato l’aspetto della figlia.

moglie_thumb[15]

L’uomo non ha preso bene questa rivelazione, ed ha denunciato la donna chiedendo inoltre l’annullamento del matrimonio, perché “basato su false premesse”. Il giudice gli ha dato ragione.

Loading...

Condividi la notizia

notizie.delmondo.info è un blog gratuito. In cambio ti chiediamo un favore: condividi la notizia se l'hai trovata interessante

Fa causa alla moglie “perché è brutta”, ottiene risarcimento di 120.000 dollari