Avrebbero dovuto visionare un video con valore di prova e invece sullo schermo sono apparse scene di un film inequivocabilmente a luci rosse. Il fatto è accaduto nel corso di un processo originato da un pessimo rapportodi vicinato. Dopo un momento di comprensibile imbarazzo, il giudice ha deciso di rinviare l’udienza.<br>Il Gazzettino

news

Inserisci un commento